Crotone

Migrante denunciato per rapina e tentata violenza sessuale

Avrebbe rapinato una coppia nella villa comunale e poi provato a violentare la ragazza. A evitarlo, l'intervento del fidanzato della giovane.

Tenta di speronare una Volante, arrestato romeno

E' accusato di aver rapinato un coppia ma anche di tentata violenza sessuale per aver costretto - minacciandola con un paio di forbici - una ragazza a seguirlo in un luogo buio, dove si sarebbe denudato. Protagonista dell'episodio, un immigrato ventenne di nazionalità gambiana, che non sarebbe riuscito a portare a termine il suo tentativo per la reazione del fidanzato della giovane che gli si sarebbe scagliato contro, costringendolo alla fuga. Il giovane extracomunitario, rintracciato dagli agenti della Squadra Volanti avvisati dai due giovani, è stato denunciato.

L'episodio è accaduto nella Villa comunale di viale Regina Margherita nel centro di Crotone. Alle 21 di venerdi gli agenti di una pattuglia delle Volanti sono intervenuti in Viale Regina Margherita, dopo la chiamata al 113 di due giovani: un 25enne e una 20enne. I due hanno riferito ai poliziotti che, poco prima, mentre si trovavano all’interno della Villa comunale sarebbero stati aggrediti da un immigrato africano. I giovani hanno raccontato che erano seduti su una panchina, e stavano scambiandosi effusioni, quando si sarebbe avvicinato uno sconosciuto con un paio di forbici in mano, che li avrebbe minacciati, chiedendo loro di continuare a scambiarsi carezze ed effusioni amorose. L'aggressore - descritto come un giovane di pelle nera - poi avrebbe costretto il ragazzo e denudarsi, per frugare nei suoi vestiti alla ricerca di soldi e, contestualmente, avrebbe svuotato la borsa della ragazza impossessandosi di due telefoni cellulari, di pochi soldi e tabacco sfuso.

Subito dopo, lo straniero sempre con le forbici in mano, avrebbe intimato alla ragazza di seguirlo in una stradina priva di illuminazione e qui si sarebbe slacciato i pantaloni. A quel punto il 25enne avrebbe reagito scagliandosi contro l'aggressore che si sarebbe dato alla fuga. Grazie alle indicazioni fornite dai due giovani aggrediti, il fuggitivo è stato rintracciato poco dopo dai poliziotti  in un ex deposito carburanti non molto distante dalla Villa comunale. Identificato, il 20enne gambiano che risulta domiciliato in un Centro d'accoglienza di un'altra regione, è stato denunciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi