Ryanair

Cancellati voli Lamezia; Cdc consumatori, cosa fare

La compagnia aerea Ryanair, nel programma di cancellazione di voli previsti per le prossime sei settimane, ha cancellato anche alcuni voli dall'aeroporto di Lamezia Terme.

Cancellati voli Lamezia; Cdc consumatori, cosa fare

 "Trovare le informazioni sul proprio volo non è facile" afferma in una nota Pietro Vitelli, responsabile del Comitato Difesa Consumatori. "Tanti passeggeri - prosegue - ci hanno rappresentato la difficoltà di collegamento al sito della compagnia di volo Ryanair, sottolineando la difficoltà nel reperire le informazioni sui ritardi e sulle cancellazione dei voli. Ecco cosa si può fare per chiedere il rimborso del biglietto da effettuarsi entro 7 giorni o, in alternativa, un altro volo non appena possibile stabilendo una nuova data. Il Regolamento prevede anche la possibilità di ottenere a un indennizzo in moneta corrente di 250 euro per voli inferiori a 1500 km; 400 euro per voli intra-Ue superiori a 1500 km e per le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km; 600 euro per voli extra-UE superiori a 3500 km. Ma fate ben attenzione, il malcapitato viaggiatore deve farsi carico di inviare una lettera a Ryanair per la richiesta di indennizzo per cancellazione voli. E non finisce qui, la compagnia aerea può ridurre l'ammontare dell'indennizzo del 50% se la prenotazione su un volo alternativo comporta un ritardo all'arrivo di non più di 2, 3 o 4 ore, in funzione delle distanze chilometriche, che lo stesso viaggiatore deve percorrere, rispetto all'orario del volo originario. Mentre invece - conclude Vitelli - non è previsto alcun indennizzo monetario nel caso in cui il viaggiatore è stato informato della cancellazione almeno due settimane prima della partenza; è stato informato della cancellazione nell'arco temporale tra le 2 settimane e i 7 giorni prima della partenza prevista ed allo stesso è stato offerto un volo alternativo per consentire di partire non più di due ore prima dell'orario previsto e tale da raggiungere la destinazione finale in meno di 4 ore dopo l'orario d'arrivo previsto; il viaggiatore è stato informato della cancellazione meno di 7 giorni prima della partenza prevista e contestualmente viene offerto un volo alternativo in modo che il viaggiatore possa partire non più di un'ora prima dell'orario previsto, raggiungendo la destinazione in meno di 2 ore dopo l'orario d'arrivo previsto. Viene consentito al passeggero l'opportunità di chiedere alla compagnia anche il risarcimento dei danni subiti a causa della cancellazione del volo, ovviamente il soggetto danneggiato dovrà provare la natura dei danni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi