CATANZARO

Pestato e minacciato di morte dopo l'incendio al lido balneare

L'aggressione di Antonio Grampone. L’imprenditore ha denunciato l’accaduto ai carabinieri ma il figlio sbotta: «Siamo stati lasciati soli dalle Istituzioni»

Pestato e minacciato di morte dopo l'incendio al lido balneare

Prima l’intimidazione con l’incendio al lido balneare del figlio, ora l’aggressione fisica. Protagonista, suo malgrado, della triste vicenda è Antonio Grampone, proprietario del noto ristorante “Stella Mais” di località Giovino, nel quartiere marinaro di Catanzaro.

L’aggressione sarebbe avvenuta proprio in un bar che dista poche centinaia di metri dall’esercizio commerciale. Il noto ristoratore è stato avvicinato da una persona la quale, dopo averlo apostrofato in malo modo, lo ha aggredito pestandolo di santa ragione, minacciando lui e il figlio Aniello, imprenditore nel campo del turismo e della ristorazione come il padre. L’uomo, nello scontro fisico, ha purtroppo avuto la peggio.

Il resto dell'articolo leggilo qui: http://edicoladigitale.gazzettadelsud.it/gazzettasud/books/cosenza/2017/20170913cosenza/index.html#/19/

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi