Catanzaro

Parco Romani, nuovi test dal Pm

Nuove testimonianze sono state acquisite dalla Procura di Catanzaro nell'inchiesta sul parco commerciale Romani che vede indagate otto persone. Il sostituto procuratore della Repubblica, Carlo Villani, ed i militari della guardia di finanza sono stati impegnati stamane per alcune ore nell'interrogatorio di persone informate sui fatti. Al centro delle deposizioni ci sono sempre la vicenda dell'ubicazione dell'Ente fiera nel parco commerciale Romani

parco romani
Nuove testimonianze sono state acquisite dalla Procura di Catanzaro nell'inchiesta sul parco commerciale Romani che vede indagate otto persone.
Il sostituto procuratore della Repubblica, Carlo Villani, ed i militari della guardia di finanza sono stati impegnati stamane per alcune ore nell'interrogatorio di persone informate sui fatti. Al centro delle deposizioni ci sono sempre la vicenda dell'ubicazione dell'Ente fiera nel parco commerciale Romani.
L'impulso per acquisire le nuove testimonianze è giunto anche dai documenti che sono stati sequestrati nel corso delle perquisizioni nei confronti degli indagati. Sul contenuto degli interrogatori viene mantenuto il massimo riserbo perché gli inquirenti ritengo di essere in una fase investigativa ritenuta "particolarmente delicata".
Al centro dell'inchiesta della Procura di Catanzaro c'é la permuta fatta dalla società Argento, di cui era socio Gaetano Romani, con il Comune che acquisì due immobili di proprietà di Gatto e Speziali. La permuta era a compensazione di un credito di oltre tre milioni di euro che Romani doveva al Comune. C'é poi la decisione dell'amministrazione comunale di centrosinistra, attraverso la municipalizzata Catanzaro Servizi, di realizzare il centro fieristico nel Parco Romani e la relativa gestione del finanziamento statale di 5 milioni di euro. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi