Catanzaro

Telefoni satellitari per la Protezione civile

Saranno consegnati mercoledì dal presidente della Provincia al prefetto. Serviranno a garantire i collegamenti necessari per la messa in funzione della macchina dei soccorsi, in caso di situazioni avverse e di interruzioni delle linee telefoniche ordinarie

wanda Ferro

Il presidente della Provincia Wanda Ferro

Mercoledì alle ore 11,30, nei locali della Prefettura di Catanzaro, il presidente della Provincia Wanda Ferro incontrerà il prefetto Antonio Reppucci per la consegna, da parte dell’Amministrazione, di due telefoni satellitari da utilizzare per scopi di protezione civile durante la gestione delle emergenze. Il presidente Ferro sarà accompagnato dal direttore generale dell’Ente, Manlio Impera, e dal dirigente del settore Protezione Civile Domenico La Gamma. L’iniziativa nasce dall’esigenza di salvaguardare l’efficienza del sistema di allertamento e comunicazione tra la Provincia e l’Ufficio del Governo nel caso di calamità naturali. L’ente intermedio, non disponendo di una Sala Operativa, con l’istituzione del Settore Protezione Civile e del Corpo di Polizia Provinciale è comunque in grado di essere attivo “h24” anche mediante un numero verde, in collegamento con la Sede del Corpo della Polizia Provinciale presso il Parco della Biodiversità. In occasione di bollettini meteo avversi, emessi dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile o dalla Regione Calabria, che pervengono al settore in tempo reale, si innesca un meccanismo di pre-allertamento che consiste nell’avvisare telefonicamente e con SMS direttamente i dirigenti dei settori interessati, e il personale reperibile dislocato su tutto il territorio provinciale con il compito di monitorare il territorio di competenza ed intervenire direttamente in caso di calamità naturali. E’ evidente che il sistema di allertamento e di comunicazione con la Prefettura è fortemente condizionato dalla funzionalità delle linee telefoniche. In occasione dell’esercitazione “Rischio Sismico Calabria 2011” tenutasi nello scorso mese di novembre, si è potuto constatare che in caso di eventi sismici importanti, tale sistema di allertamento, soprattutto nelle prime ore di una eventuale calamità, non sarebbe funzionale, considerata la quasi certa interruzione delle linee telefoniche fisse e mobili. Da qui l’esigenza di dotare i settori dell’Amministrazione Provinciale interessati e gli uffici della Prefettura di telefoni satellitari, in modo da potere garantire i collegamenti necessari per la messa in funzione della macchina dei soccorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi