CATANZARO

Inchiesta Arpacal, pm chiede assoluzione imputati

Tra loro anche consigliere Graziano, indagine su stabilizzazioni.

giustizia

Assoluzione per tutti gli imputati: è questa la richiesta avanzata dal sostituto procuratore di Catanzaro Graziella Viscomi al termine della sua requisitoria nel processo su presunti illeciti connessi alla stabilizzazione di personale all'Arpacal, l'agenzia regionale per l'ambiente, avvenuta fra il 2008 e il 2010. Il pubblico ministero ha chiesto ai giudici del Tribunale una sentenza di assoluzione perché il fatto non costituisce reato. I sei imputati, ha spiegato, avrebbero agito sulla base di una legge regionale. Il 24 aprile 2015 il gup di Catanzaro aveva rinviato a giudizio Giuseppe Graziano, ex dirigente generale del dipartimento Politiche dell'ambiente della Regione ed attuale consigliere regionale del Pd; Vincenzo Mollace, ex direttore generale dell'Arpacal; Francesco Caparello, all'epoca dei fatti dirigente del settore Personale dell'Agenzia regionale; Luigi Luciano Rossi, ex direttore amministrativo della stessa Arpacal; Sabrina Santagati, ex direttore generale dell'Arpacal e Rosanna Squillacioti, all'epoca dei fatti dirigente di settore del dipartimento Politiche ambientali della Regione. Dopo l'intervento della pubblica accusa sono intervenuti gli avvocati Vincenzo Savaro e Antonella Canino. Si tornerà in aula il prossimo 18 novembre. L'indagine ha riguardato la stabilizzazione all'Arpacal di 8 lavoratori con contratto a tempo determinato assunti dal ministero dell'Ambiente e quindi assegnati all'assessorato Politiche ambientali della Regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi