Nel Catanzarese

Lo sorprende a rubare e lo riempie di botte

i tratta di un italiano di 45 anni, P.R., residente a Rosarno (provincia di Reggio Calabria), accusato di tentato furto, e di un cittadino rumeno

Danneggia auto e aggredisce carabinieri

Ha sorpreso un uomo a rubare nell’azienda in cui lavora come guardiano e lo ha riempito di botte. E’ successo a Simeri Crichi (Catanzaro), in località Apostolello, dove i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina hanno denunciato due persone. Si tratta di un italiano di 45 anni, P.R., residente a Rosarno (provincia di Reggio Calabria), accusato di tentato furto, e di un cittadino rumeno, O.S., 49 anni, domiciliato a Simeri Crichi, con l’accusa di lesioni personali. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il rumeno, impiegato come guardiano in un’azienda per il movimento terra, avrebbe sorpreso il ladro mentre stava asportando del gasolio da un autocarro. A quel punto sarebbe scattata l’aggressione, con il ladro malmenato selvaggiamente. Una volta soccorso e trasportato in ospedale, infatti, all’uomo sono state riscontrate un trauma cranico commotivo con sfondamento cranico e una contusione alla gamba destra. L’uomo è stato ricoverato in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi