lamezia

Muraca non risponde, resta in carcere

Il Gip Francesco Aragona, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Luigi Maffia, ha disposto la custodia cautelare in carcere, considerata la "spiccata pericolosità sociale" del giovane

tribunale Lamezia

Rimane in carcere Andrea Muraca, il 37enne lametino arrestato martedì scorso perche' in casa nascondeva armi, munizioni e droga. Questa mattina si è infatti svolto l'interrogatorio di garanzia davanti al Gip del Tribunale di Lamezia Terme, solo che l’indagato non ha risposto alle domande del giudice. Il Gip Francesco Aragona, accogliendo la richiesta del pubblico
ministero Luigi Maffia, ha disposto la custodia cautelare in carcere, considerata la "spiccata pericolosità sociale"
del giovane. Il giudice ha rilevato, infatti, che Muraca ha manifestato una particolare condotta "allarmante", comprovata dalla circostanza che il ragazzo "occultava abilmente in casa armi clandestine e plurime, ingenti quantitativi di droga destinata a terzi, con relativa strumentazione per il taglio e la pesatura, ciò che denota una organizzazione allo spaccio, nonché una vicinanza del medesimo ad ambienti criminali". Andrea Muraca è stato inoltre denunciato anche per furto di energia elettrica. Lo hanno accertato i finanzieri, nel corso dell’operazione antidroga eseguita nei suoi confronti martedì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi