Catanzaro

Lido, aggredite due vigilesse

Durante una verifica anti-contraffazione al mercato rionale del giovedì

Lido, aggredite due vigilesse

Resta alta la tensione il giovedì mattina nel quartiere marinaro. Ieri due vigilesse appartenenti al Comando della Polizia municipale sono rimaste ferite a seguito di una colluttazione insorta con un venditore abusivo che esponeva merce contraffatta all’interno del mercato rionale.

Durante il consueto giro di controllo teso a verificare le presenze degli operatori commerciali, le due vigilesse hanno raggiunto la zona del lungomare dove abitualmente trovano posto i venditori ambulanti abusivi. Sul marciapiede vengono, infatti, esposti articoli contraffatti – scarpe, borse, occhiali da sole –; circostanza che ha già creato attriti tra gli operatori commerciali, contrari alla presenza dei venditori abusivi nell’area mercatale. Ieri mattina, durante il giro di controllo, le due vigilesse si sono avvicinate ai tanti “banchi abusivi” improvvisati sul marciapiede e ne è nato un diverbio con un cittadino extracomunitario, degenerato in una colluttazione che è costata cara alle due donne in divisa.

Le vigilesse, secondo quanto riferito, avrebbero intimato ai venditori abusivi di allontanarsi e al diniego opposto avrebbero tentato di sequestrare la merce esposta. La presa di posizione, però, non sarebbe stata accettata di buon grado da un cittadino di nazionalità extracomunitaria che, afferrata la vigilessa da un braccio, l’avrebbe spintonata contro un banco di vendita. Nel tafferuglio le due donne hanno quindi avuto la peggio riportando diverse contusioni, mentre l’uomo dopo aver raccattato la merce si sarebbe dileguato.

Le due vigilesse sono state così trasportate al pronto soccorso dell’ospedale Pugliese e sottoposte ad una visita di controllo; nel frattempo, sopraggiungevano sul posto dapprima una pattuglia della Polizia municipale e, successivamente, due volanti della squadra mobile della Polizia di Stato. Allertati da quanto accaduto nel quartiere marinano gli uomini della Municipale hanno, infatti, raggiunto la zona del mercato appurando la dinamica dei fatti, mentre le volanti si mettevano subito sulle tracce dell’uomo. Al termine del giro di perlustrazione, però, il cittadino extracomunitario non è stato rintracciato. Le due vigilesse sono state tenute sotto controllo all’ospedale nel corso della mattinata e già nel primo pomeriggio di ieri una di loro è stata dimessa con una prognosi di cinque giorni; l’altra è ancora ricoverata a causa dei traumi riportati.

Nel quartiere marinaro, e soprattutto tra gli ambulanti del mercato, monta l’amarezza per le difficoltà oggettive in cui ci si trova ad operare: alcuni attribuiscono il verificarsi di tali episodi all’asserita incapacità dell’amministrazione comunale di opporsi in maniera ferma alla presenza dei venditori abusivi; i residenti e i titolari di attività commerciali in zona hanno, invece, indicato gli ultimi due giovedì come giornate da bollino rosso. Secondo quanto riferito, durante il precedente mercato e ieri stesso, la zona intorno all’area Teti ha subìto ore di paralisi totale. Il traffico causato dalla massiccia presenza di turisti nel quartiere ha, infatti, bloccato la circolazione. I residenti chiedono immediati interventi per la sistemazione del mercato all’interno dell’area individuata.

__________________

Le nuove norme

In discussione a settembre

La riorganizzazione dei mercati rionali sarà al centro di un dibattito promosso dalla Regione il 6 settembre. I sindacati sono stati, infatti, convocati dall’assessore regionale alle Attività produttive, Carmen Barbalace, per discutere delle normative sul commercio in aree pubbliche. Il 3 agosto la conferenza Stato-Regioni ha definito nuove regole da ridiscutere in sede locale. Si metterà mano a una questione che scalda gli animi, non solo nel quartiere marinaro; nessuno dei mercati si svolge, infatti, in aree ad hoc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi