Crotone

Operatore turistico truffa l'Ue

Denunciato alla Procura regionale della Corte dei conti dalla Guardia di finanza per un danno erariale pari a 266 mila euro

guardia di finanza

Il titolare di un'azienda commerciale operante nel settore turistico è stato denunciato alla Procura regionale della Corte dei conti dalla Compagnia della Guardia di finanza di Crotone per un danno erariale pari a 266 mila euro. I finanzieri, a seguito di una verifica fiscale inizialmente condotta nei confronti di una società di capitali, risultata evasore totale e dedita all'emissione di fatture per operazioni inesistenti, hanno accertato da parte dell'impresa commerciale, l'indebita percezione di un finanziamento pubblico concesso nell'ambito dei fondi comunitari Fesr, cofinanziati dalla Regione. La pregressa attività svolta dai finanzieri aveva consentito di rilevare la presenza di false fatture fittizie emesse per lavori di ristrutturazione. Pertanto, sulla scorta di tali elementi, già alcuni mesi fa, il legale rappresentante della società era stato denunciato per dichiarazione fraudolenta e truffa finalizzata all'indebita percezione del contributo per 166 mila.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi