Crotone

Dopo il salto in A
si pensa allo stadio

Occhi puntati sulla ristrutturazione dell'Ezio Scida. Rossoblù pronti all'esordio casalingo a Cosenza se i lavori non saranno completati

Dopo il salto in A si pensa allo stadio

Potrebbe essere lo stadio di Cosenza ad ospitare la prima partita del Crotone nel Campionato di serie A nel caso in cui i lavori di ristrutturazione dell'Ezio Scida dovessero ritardare. Così il presidente dell'Fc Crotone, Raffaele Vrenna, intervistato dalla Rai Calabria nella trasmissione "Buongiorno Regione". "Chiedo innanzitutto - ha detto Vrenna - la possibilità di concentrarsi sulla ristrutturazione dell'Ezio Scida, immediatamente partendo dalla tribuna, cercando di ampliarla per dare la possibilità di ospitare più persone portandola a sedicimila posti. Abbiamo fatto una riunione su questo e ho dato la disponibilità, come società, anche a poter costruire gli spogliatoi dando la possibilità di ampliare la curva con le tribune in fitto. Ciò in attesa che l'amministrazione si concentrasse prettamente sulla tribuna perché abbiamo bisogno di avere una tribuna da serie A. Questo è quello che chiedo". "Entro il 20 giugno - ha aggiunto Vrenna rispondendo ad una domanda sulla sede della prima partita di campionato - dobbiamo dire alla Lega dove giocheremo. Speriamo di avere la possibilità di giocare a Crotone, perché è giusto che sia così non solo per la società, ma anche per i tanti tifosi. E poi dare anche un secondo stadio come possibilità se non riusciamo a fare i lavori. Quindi il 20 giugno sarà necessario avere la possibilità di indicare anche il secondo stadio dove giocare. Spero sia in Calabria. Pensiamo magari a Cosenza se lo stadio sarà sistemato. Sì, penso che potrebbe essere quello di Cosenza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi