catanzaro

Estorsioni, 4 arresti

Operazione dei carabinieri nella zona sud del capoluogo calabrese

Estorsioni, 4 arresti

Tentata estorsione in concorso, danneggiamento, porto abusivo di armi con l’aggravante  di aver agito avvalendosi del metodo mafioso. Sono queste le accuse contestate a quattro persone arrestate in queste ore dai Carabinieri a Catanzaro. Si tratta di Santo Mirarchi, 32 anni, considerato dagli inquirenti a capo dell'organizzazione criminale, Domenico Falcone, 43, Antonio Giglio, 40, e Antonio Sacco, 21, i quali, secondo l'accusa, avrebbero effettauto le tentate estorsioni. Sei gli episodi contestati che vanno dal maggio al settembre 2015 con due posizionamenti e deflagrazioni di ordigni esplosivi artigianali davanti ad altrettanti esercizi commerciali,  con il posizionamento e la deflagrazione di un ordigno esplosivo artigianale davanti a un call center, con il posizionamento di una bottiglia di vetro contenente liquido infiammabile con una cartuccia per fucile fissata al collo della bottiglia,davanti a due negozi e con il lancio di una bottiglia incendiaria sulla parete laterale di un esercizio commerciale. Tutti gli episodi sono avvenuti nel quartiere marinaro del capoluogo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi