SERIE B

Il Crotone batte il Pescara
e torna in vetta

Pitagorici implacabili vincono per 4-2, scavalcano il Cagliari, e vedono la serie A. Sono 14 i punti di vantaggio sul terzo posto

I reduci da San Siro: «È un Crotone bellissimo»

Il Crotone batte il Pescara per 4-2 (3-1) a conclusione di una partita ben giocata da entrambe le squadre e che proietta la formazione calabrese, tornata con la vittoria odierna in testa alla classifica, verso una promozione in serie A che si fa sempre più vicina. Nel primo tempo Crotone e Pescara danno spettacolo giocando a viso aperto. In mezz'ora i diecimila spettatori dell'Ezio Scida si godono quattro reti. Inizia Claiton al 4', che porta in vantaggio il Crotone segnando in mischia su calcio d'angolo. Raddoppia Palladino al 16', liberato in area da Budimir. Il Pescara si fa sotto ed al 26' accorcia le distanze con un tiro di Caprari deviato da Claiton. Reazione immediata del Crotone che in contropiede, al 29', trova il 3-1 con Giuseppe Zampano, gemello di Francesco, esterno del Pescara. Anche sotto di due gol, il Pescara continua a spingere, ma raccoglie solo calci d'angolo e punizioni dal limite che non sortiscono effetto. Anche nel secondo tempo le due squadre non si risparmiano. Il Crotone trova il 4-1 già all'8' con un colpo di testa di Ferrari su calcio d'angolo. Ma il Pescara ha una reazione d'orgoglio e trova al 20' il secondo gol su rigore concesso per un fallo di Paro su Memushai, che poi trasforma il penalty. Nell'occasione l'allenatore del Crotone Juric viene espulso dall'arbitro Maresca per proteste.(A.A.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi