Cirò Marina

Due arrestati per spaccio di marijuana

Sono stati arrestati ambedue per spaccio di sostanze stupefacenti e per resistenza a pubblico ufficiale. Secondo i carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina (Crotone), Carmelo Grllo (31 anni), e Antonio Aloisio (32 anni), entrambi di Cirò Marina stavano preparando le singole dosi di marijuana da cedere ai loro clienti, quando i militari sono arrivati nell'abitazione dove i due presunti pusher sono stati trovati nel corso del blitz finito col sequestro di 50 grammi circa di marijuana. E' accaduto ieri sera a Cirò Marina  nel corso di controlli mirati disposti dal Comandante della Compagnia, il maggiore Fabio Falco. I militari seguendo un giovane che probabilmente doveva acquistare marijuana, sono arrivati davanti alla casa dove hanno poi trovato i due arrestati. Il giovane pedinato, accortosi dei carabinieri ha cominciato a chiamare  i due che erano in casa per  avvisarli della presenza dei militari, gridando ad alta voce che lo stavano perquisendo. Le urla hanno richiamato l'attenzione di uno dei due giovani che si trovavando dentro l'abitazione. Il 31enne Carmelo Grillo, già noto ai militari essendo infatti sottoposto alla sorveglianza speciale, si è affacciato dalla porta per capire cosa stesse accadendo. Ed è stato bloccato dai carabinieri che hanno fatto irruzione nell'abitazione e poi nel bagno dove nel frattempo si era rifugiato Antonio Aloisio, il quale chiusa la porta a chiave, sarebbe stato intento a disfarsi della droga gettandola nello scarico del lavandino. Anche Aloisio è stato bloccato dai militari che hanno trovato alcune dosi di marijuana già confezionate e sono riusciti a recuperare altra droga dal sifone del tubo di scarico. Sequestrando complessivamente 50 grammi di sostanza stupefacente, strumenti per il taglio ed il confezionamento ed una somma di denaro in banconote di piccolo taglio.

Grillo e Aloisio,  sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanza stupefacente. Su disposizione del pm di turno alla Procura di Crotone hanno trascorso la notte ai domiciliari e sono adesso comparsi davanti al giudice del Tribunale di Crotone che deciderà sulla convalida e sulle eventuali misure da applicare nei confronti dei due giovani. (l. ab.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi