Catanzaro

Calabria Verde
Secondo "avviso"

I provvedimenti sono stati notificati dalla Guardia di finanza non solo all'ex direttore generale Paolo Furgiuele, ma anche ad Alfredo Allevato, responsabile unico del procedimento per la gara d'appalto da 33 milioni di euro

Calabria Verde, primo avviso di garanzia

La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso due avvisi a comparire con contestuale avviso di garanzia per abuso d'ufficio nell'ambito dell'indagine su presunti illeciti nella gestione dell'ente strumentale Calabria Verde. C finanziata con fondi Por Calabria Fesr 2007-2013 - poi sospesa in autotutela da Furgiuele - per l'acquisto di un parco autoveicoli destinato a funzioni di antincendio boschivo. La sospensione dell'appalto è una delle vicende contestate dai magistrati ai due indagati. L'altra contestazione riguarda l'utilizzo e la gestione dei fondi per il rischio idrogeologico. Infine, l'ultima ipotesi si concentra sugli incarichi affidati a professionisti esterni all'ente. Furgiuele e Allevato saranno sentiti nei prossimi giorni, accompagnati dai loro avvocati difensori, dal procuratore facente funzioni Giovanni Bombardieri. Secondo quanto si apprende, le indagini proseguono anche su altri aspetti della gestione di Calabria Verde. (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi