cirò

Vigneto distrutto con una motosega

Vigneto raso a suolo a colpi di motosega nelle campagne di Cirò, in piena area Doc.

Vigneto distrutto con una motosega

 Il bersaglio di quella che appare una intimidazione, o comunque uno "sfregio", stavolta è un giovane avvocato 33enne residente a Cirò Marina, che è proprietario dell'appezzamento di terra di localitaà S. Martino, nel quale aveva fatto piantare da poco più anno 350 viti. Neanche una delle viti, destinate nell'intenzione del proprietario della vigna, a produrre vino Cirò Doc, è stata risparmiata dall'autore o dagli autori del gesto che con certosina costanza, hanno tagliato una dopo l'altra tutte le 350 viti. Il proprietario del vigneto raso al suolo, ha presentato denuncia ai carabinieri della locale stazione dell'Arma. I militari al comando del maresciallo Diego Annibale, hanno eseguito un primo sopralluogo nel podere dove era stata piantata la vigna distrutta ed hanno avviato le indagini sull'accaduto. Che fa il paio con l'episodio denunciato lunedì scorso da un agricoltore 60enne di Crucoli al quale degli sconosciuti, hanno tagliato 79 piante di ulivo, in un podere poco distante dalla vigna che è stata rasa a suolo, probabilmente nella notte tra venerdì e sabato. (l. ab.)

88813 Cirò KR, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi