CROTONE

Alla Provincia non si entra

Clamorosa protesta dei dipendenti di Gestione Servizi. Rivendicano stipendi arretrati e chiedono garanzie per il futuro.

Alla Provincia non si entra

Hanno sbarrato con una catena e un lucchetto, il portone d'ingresso della sede della Provincia in via Mario Nicoletta, ed impediranno ad amministratori, impiegati e cittadini di entrare nello stabile, fino a quando non avranno risposte sui loro salari. Come annunciato ieri i dipendenti di Gestione Servizi, società in house della Provincia di Crotone, gestita da un liquidatore, sono tornati a protestare. Rivendicano sette mesi di stipendi arretrati, ma chiedono anche certezze sul loro futuro sempre più fosco, considerato che l'ente intermedio pitagorico con le casse vuote non e' stato in grado di pagare nell'ultimo mese neanche i salari ai dipendenti diretti della Provincia. Che hanno solidarizzato coi 70 lavoratori della partecipata. Cosi come ha fatto anche il presidente della Provincia di Crotone Peppino Vallone, il quale domani andrà a Roma per incontrare la delegazione parlamentare crotonese, chiedendogli di attivarsi col Governo per sbloccare i 4 milioni di euro di trasferimenti statali che la Provincia di Crotone rivendica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi