Catanzaro

Elezioni, in tre
si costituiscono come parti lese

Tre fra consiglieri e candidati si costituiranno come parti lese e offese nell'incidente probatorio fissato per il 26 ottobre prossimo nell'ambito dell'inchiesta della Procura sulla compravendita di voti in occasione delle elezioni amministrative di maggio.

elezioni scheda

Il leader del centrosinistra in consiglio comunale a Catanzaro, Salvatore Scalzo (Pd), il consigliere Mauro Notarangelo (Primavera a Catanzaro) e il candidato al Comune (non eletto) di Sel Giuseppe Pisano, si costituiranno come parti lese e offese nell'incidente probatorio fissato per il 26 ottobre prossimo nell'ambito dell'inchiesta della Procura sulla compravendita di voti in occasione delle elezioni amministrative di maggio. "Intendiamo dare notizia - è scritto in una nota di Scalzo, Notarangelo e Pisano - circa la nostra volontà di continuare in tutte le sedi giudiziarie preposte la battaglia per la Legalità e la Giustizia per i fatti relativi ai brogli elettorali verificatisi nell'ultima tornata elettorale amministrativa della città di Catanzaro. Siamo certi che i ricorsi amministrativi che verranno discussi davanti il Tar nella data del 22 Novembre avranno esito positivo e che i Giudici disporranno l'annullamento totale delle elezioni amministrativi, e tale certezza ci deriva soprattutto dall'esito delle verifiche istruttorie esguite davanti la Commissione Prefettizia, e siamo altrettanto certi che l'incidente probatorio fissato per la data del 26 Ottobre davanti il Giudice delle Indagini Preliminari confermerà la tesi, purtroppo veritiera, dei brogli elettorali e della compravendita dei voti". "Per tale ragione stamattina - proseguono - abbiamo conferito incarico ai nostri legali, gli avvocati Giuseppe e Francesco Pitaro e Antonio Ludovico, perché si costituiscano davanti al Giudice delle Indagini Preliminari evidenziando la nostra posizione di Parti Lese e Offese dai comportamenti illegali che tanti danni hanno provocato al corretto svolgimento delle elezioni comunali falsando completamente il risultato. Non si pensi, pertanto, che l'attuale Minoranza Politica abbasserà la guardia su un tema estremamente importante non solo per la città di Catanzaro, ma l'intero paese, dal momento che non può esserci Democrazia senza legalità e certezza del diritto".(ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi