CROTONE

Scippatore in trasferta arrestato dai carabinieri

Il 32enne Giovanni Mannarino, di San Giovanni in Fiore, già noto alle forze dell'ordine della città pitagorica, è nella lista dei sospetti anche per altri episodi simili avvenuti a Crotone negli ultimi giorni.

Scippatore in trasferta arrestato dai caranieri

I carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Crotone, lo hanno bloccato e arrestato ieri sera subito dopo un scippo ai danni di una signora aggredita mentre stava rientrando a casa sua in Piazza Umberto I. Ma il 32enne Giovanni Mannarino, di San Giovanni in Fiore, già noto alle forze dell'ordine della città pitagorica, è nella lista dei sospetti anche per altri episodi simili avvenuti a Crotone negli ultimi giorni. Nella scorsa settimana infatti si è avuta un'impennata di scippi, con quattro diversi episodi di donne che hanno denunciato di essere state aggredite e derubate da uno sconosciuto che ha strappato loro la borsa. Il Comando Compagnia dell'Arma per contrastare questa "escalation", ha messo in campo pattuglie in divisa e militari in borghese per controllare le zone in cui erano avvenuti gli episodi criminosi. Ed è stata cosi delimitata un area “sensibile” compresa tra piazza Pitagora, la zona ospedaliera e Largo Covelli.
Per giorni questa area è stata pattugliata. Ieri sera verso le 18.40, in piazza Umberto una signora è stata aggredita nei pressi del suo portone e derubata violentemente della sua borsa: lo scippatore dopo aver agguantato la borsa e strattonato con decisione la donna ha cercato di allontanarsi di corsa verso Largo Covelli ostacolato dalla presenza di un giovane che ha provato a bloccarlo; immediatamente è giunta sul posto una Gazzella del Nucleo Radiomobile ed alcuni militari borghese che erano in sella a delle moto. Il presunto scippatore è stato così bloccato e allontanato anche anche da un gruppo di persone che assistendo all'accaduto aveva cominciato ad inveire contro il 32enne, avvicinandosi all'arrestato con intenzioni per nulla amichevoli. Giovanni Mannarino, accusato di rapina aggravata su disposizione del sostituto procuratore di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Gli investigatori dell'Arma sono impegnati adesso a cercare di capire se il 32enne in trasferta nella città pitagorica da San Giovanni in Fiore sia coinvolto o meno nei borseggi verificatisi dei giorni scorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi