Nel Vibonese

Delitti e lupare bianche all’ombra delle Preserre

Concluse le arringhe della difesa al processo in corso davanti alla Corte d’Assise sull’assassinio dei fratelli Loielo e la scomparsa di Maiolo e Fatiga

Delitti e lupare bianche all’ombra delle Preserre

Si ritorna in aula, davanti alla Corte d’Assise, il prossimo 26 gennaio. In questo caso, dopo eventuali repliche della difesa, i giudici si ritireranno in camera di consiglio per emettere la sentenza e chiudere un altro capitolo del processo sul duplice omicidio dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Loielo e sulla scomparsa (negli anni ‘80) di Rocco Maiolo e Raffaele Fatiga.

Martedì, intanto, con la discussione del prof. Giancarlo Pittelli si sono concluse le arringhe della difesa tutte orientate, principalmente, a demolire la credibilità dell’ex boss di Doria, Antonio Forastefano. Anche sulle dichiarazioni del boss pentito, infatti, si basa l’inchiesta Light in the woods (Luce nei boschi) che, condotta da Squadra mobile e Dda di Catanzaro, ha consentito di ricostruire, a distanza di anni, un cruento spaccato della guerra di ‘ndrangheta combattuta nelle Preserre vibonesi.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi