Catanzaro

Rifiuti, primo giorno tra disagi e polemiche

S’inceppa la macchina della raccolta differenziata porta a porta. In alcuni casi l’umido non è stato nemmeno ritirato mentre c’è chi continua a lasciare i sacchetti in strada

Rifiuti, primo giorno tra disagi e polemiche

Non poteva che partire con i primi problemi e aggiustamenti la raccolta differenziata nel territorio del centro storico e i quartieri Cava, Sala, Santo Ianni e Campagnella che, comunque, hanno mosso il primo passo nell’ambito dell’importante e ambizioso progetto di differenziare i rifiuti.

Numerose infatti sono state le segnalazioni di disservizi che i cittadini hanno evidenziato al numero verde della Sieco, preso d’assalto al punto tale che chi telefonava veniva invitato a richiamare in un secondo momento a causa delle numerose chiamate. Diverse segnalazioni sono giunte anche alla nostra redazione, tutte con l’obiettivo di migliorare un servizio che ancora stenta a decollare. Alcune famiglie del centro storico, infatti, hanno lamentato il fatto che gli operatori della Sieco non sono passati per svuotare i contenitori dell’umido. I contenitori, infatti, così come sono stati esposti fuori dalle abitazioni sono stati ritirati intonsi. «Ora ci toccherà tenerci per qualche giorno in casa l’umido» è stata una tra le tante lamentele giunte in redazione. «Speriamo che gli operatori passino per ritirare il secco residuo (ovvero l’indifferenziata, ndc)» è stato l’altro auspicio.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi