Nel Vibonese

San Bruno, posti letto tutti occupati

L’odissea di un ammalato di Monsoreto di Dinami all’ospedale di Serra San Bruno. Per farsi curare costretto a raggiungere Vibo Valentia sull’auto del parroco

San Bruno, posti letto tutti occupati

L’ospedale che non c’è. Potrebbe essere questo il titolo di un film interamente dedicato al “San Bruno”, ormai piegato dal ridimensionamento dell’ambito sanitario.

L’ultima vicenda avvenuta ieri nel nosocomio cittadino ha riguardato un uomo, F.D.B., 61 anni, della frazione Monsoreto di Dinami, già affetto da una malattia il quale, accompagnato dal vice sindaco Nino Di Bella e dal parroco don Giuseppe Pititto, è arrivato all’ospedale cittadino in gravi condizioni e bisognoso di cure.

L’impossibilità dei sanitari a effettuare il ricovero pare sia stata la mancanza di posti letto a disposizione poi reperito, dopo diverse ore, a Vibo Valentia dove è stato accompagnato in auto dal parroco e dal vice sindaco, essendo l’ambulanza dell’ospedale impegnata in un altro soccorso.

L'approfondimento nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi