Catanzaro

Ville a rischio frana, primi interrogatori

Sono sinora dodici gli indagati che dovranno recarsi alla Procura della Repubblica. Parte del terreno dove sono stati edificati gli immobili sarebbe in una zona ad alto rischio

Ville a rischio frana, primi interrogatori

 Si allarga l’inchiesta della Procura della Repubblica su alcune villette a schiera da poco realizzate nel quartiere Mater Domini in un’area catalogata dal 2011 come “R4”, ossia a rischio frana “molto elevato”. Dopo il sequestro delle villette, arrivano i primi interrogatori degli indagati. Sono dodici le persone finite sinora nel registro degli indagati: si tratta di titolari di imprese esecutrici dei lavori, legali rappresentanti, geologi, architetti e dipendenti del Comune di Catanzaro accusati, a vario titolo, di truffa, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico o in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e abuso d’ufficio in concorso. Secondo le accuse, gli indagati, nelle loro rispettive qualità, avrebbero contribuito a realizzare in località Paradiso (anche conosciuta come Via Miraglia a Mater Domini) un complesso immobiliare residenziale composto da civili abitazioni in totale difformità rispetto al permesso a costruire. L’inchiesta è ancora nella fase iniziale e potrebbe coinvolgere altre persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi