Catanzaro

Fumata nera in Consiglio, se ne riparla lunedì

Solo in 16 al Comune hanno risposto all’appello. Guerriero formalizza le dimissioni da vicepresidente dell’Assemblea. Corsi e Costanzo chiedono che venga applicato il principio della rotazione dei funzionari negli uffici

Fumata nera in Consiglio, se ne riparla lunedì

 Seduta deserta, niente numero legale. Alle 15,30, all’appello del presidente dell’assise, Ivan Cardamone, hanno risposto 16 consiglieri. L’assemblea di Palazzo De Nobili tornerà quindi a riunirsi, in seconda chiamata, lunedì prossimo alle ore 10.30, per trattare i seguenti punti all’ordine del giorno: Rinuncia all’acquisto quota parte del capitale sociale della Sacal spa posta in vendita dalla Camera di commercio di Vibo Valentia; variazione di assestamento generale al bilancio di previsione 2015. Variazione di bilancio per l’esercizio finanziario 2015 e bilancio pluriennale 2015-2017 per finanziamento delle imposte di registro e spese accessorie da corrispondere all’Agenzia delle entrate in relazione alla locazione dello stabile posto in via Milelli e concesso al ministero per i Beni e le Attività culturali per uso dell’Archivio di Stato di Catanzaro, in esecuzione al contratto n. 315 bis del 30 dicembre 2010. Intanto, a seguito delle vicende registrate in aula durante la seduta di giovedì, sospesa quando avrebbe dovuto prendere la parola, il consigliere Roberto Guerriero ha formalizzato le dimissioni da vicepresidente del Consiglio comunale. Il consigliere ha comunicato la propria decisione, «per le motivazioni già espresse nella riunione del civico consesso del 26 novembre», inviando una nota al sindaco, al segretario generale, al presidente del Consiglio comunale, ai capigruppo e all’ufficio di presidenza del Consiglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi