Crotone

Omicidio Vona, il Pg chiede nove ergastoli

La requisitoria del dott. Salvatore Curcio al processo d’Appello sull’agguato di ‘ndrangheta del 2012 a Petilia Policastro. In primo grado era finita con 4 condanne a 30 anni per il delitto, 4 assoluzioni e alcune pene minori

vona

Due ore di requisitoria per ribadire la bontà della ricostruzione della pubblica accusa, poi l’affondo finale con la richiesta della pena massima per tutti e nove gli imputati. Ha chiesto 9 condanne all’ergastolo senza fare distinzioni tra alcuno degli accusati, il sostituto procuratore generale Salvatore Curcio che ieri ha pronunciato la sua requisitoria davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro presieduta da Marco Petrini (a latere Galati), dove è alle battute finali il processo di secondo grado che vede imputate 9 persone per concorso nell’omicidio di Valentino Vona (25 anni), e nel tentato omicidio del fratello Giuseppe Vona (27 anni). L’imboscata ai due fratelli (il bersaglio sarebbe stato Giuseppe Vona che sfuggì ai sicari che utilizzarono un fucile cal. 12 e una pistola cal. 9), avvenne il 21 aprile 2012 in località “Marrata” di Petilia Policastro. Per quell’agguato di ‘ndrangheta ieri il pg ha chiesto l’ergastolo per: Michael Pace (29 anni), Giuseppe Scandale (46 anni), Luigi Lechiara (48anni), Giuseppe Pace (37 anni); Tommasino Ierardi, (37 anni); Pasquale Manfreda (48 anni), Mario Mauro (56 anni), Giovanni Castagnino (55 anni) e Francesco Garofalo (38 anni). Gli imputati sono tutti di Petilia Policastro, tranne Pasquale Manfreda che è di Mesoraca. Tutti, secondo l’accusa con ruoli diversi avrebbero contribuito o partecipato all’imboscata del 2012 ai fratelli Vona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi