GUGLIELMO CAFFE'

Ronde operai
per tutelare
l'azienda

Da due mesi hanno deciso di attuare una costante vigilanza dello stabilimento dove lavorano. La decisione è stata presa dopo che a fine agosto alcuni sconosciuti hanno incendiato due camion parcheggiati nell'azienda a Copanello, nel catanzarese.

stabilimento caffè guglielmo
Sono ormai stremati gli operai della Guglielmo Caffé, una delle aziende italiane più note nel settore della torrefazione, che da due mesi hanno deciso di attuare una costante vigilanza dello stabilimento dove lavorano. La decisione è stata presa dopo che a fine agosto alcuni sconosciuti hanno incendiato due camion parcheggiati nell'azienda a Copanello, nel catanzarese. Per garantire una ronda 24 ore su 24 allo stabilimento, gli operai hanno anche deciso di modificare i loro turni di lavoro in modo da poter conciliare sia la vigilanza che la produzione. Dopo l'incendio dei due camion i proprietari dello stabilimento hanno sostenuto di non aver mai ricevuto minacce o richieste estorsive. Gli investigatori stanno battendo tutte le piste per cercare di individuare gli autori e la matrice dell'attentato. Gli operai, però, per paura che si potessero verificare altri episodi che possano compromettere la produzione hanno deciso di scendere in campo direttamente attuando un vero e proprio servizio di vigilanza. Ora però a due mesi di distanza i lavoratori sembrano ormai stremati, considerato che sono sottoposti sia ai turni di vigilanza che a quelli di lavoro. Tra gli operai però c'é la voglia di continuare perché solo "in questo modo riusciamo a fare in modo di preservare il nostro posto di lavoro da eventuali attacchi della criminalità". Tra i lavoratori viene più ribadito che "l'obiettivo primario è quello di salvaguardare una realtà produttiva che é un fiore all'occhiello della Calabria".(ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi