Crotone

Filmati prima,
durante e dopo
il “colpo”

Un ristoratore 43enne e il suo cuoco 23enne di nazionalità tunisina fermati dai carabinieri per la rapina ai danni di un dipendente della ditta Romano. Il giovane ripreso dalle telecamere mentre aggredisce il 68enne e gli strappa il borsello con 26mila euro.

ierardi

Gli autori della rapina

Sono accusati di rapina e lesioni in concorso. Rosario Ierardi (43anni), titolare del doneer kebab “Il Sultano” in via Interna Marina e il 23enne tunisino Mabrouk Akermi,
che vi lavora come cuoco, sono stati immortalati entrambi dalle telecamere di sorveglianza prima, durante dopo la brutale rapina di mercoledì scorso in via Ruffo. Un
68enne dipendente delle Autolinee Romano, è stato percosso e rapinato di 26.000 euro. Mercoledi alle 13 Mabrouk Akermi è filmato in via Ruffo mentre pistola in pugno (un’arma giocattolo) e berretto sul capo, si infila nell’abitacolo della “Peugeot 206” condotta dal 68enne ex dipendente delle ditta Romano, al quale strappa – dopo averlo colpito al volto – il borsello con l’incasso della biglietteria che stava andando a depositare in banca. In un altro fotogramma si vede Mabrouk che si allontana verso via Mario
Nicoletta con in mano il borsello.  Il 23enne straniero aveva già le valigie pronte e in tasca il biglietto aereo per la Tunisia. Doveva salire ieri mattina alle 6,40 sull’aereo
per Roma, ma è stato fermato dai carabinieri della Compagnia che lo hanno rintracciato in un’abitazione di alcuni connazionali ad Isola Capo Rizzuto. Rosario Ierardi è stato bloccato dai militari ieri mattina in piazzale Nettuno alla fermata dei pullman. Il 43enne era andato ad accompagnare un’amica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi