Catanzaro

Blitz del sindaco
alla discarica
di Alli

E' stato accertato che i mezzi della Aimeri hanno effettivamente la priorità. Abramo: “in caso contrario avrei bloccato con la gente l’accesso della discarica”

Blitz del sindaco 
alla discarica 
di Alli

Ha voluto rendersi conto di persona dei problemi che stanno rallentando il conferimento dei rifiuti del Capoluogo nella discarica di Alli. Il sindaco Sergio Abramo, accompagnato dagli ufficiali della polizia municipale, colonnello Amedeo Cardamone, maggiori Salvatore Tarantino e Gregorio Cellini, si è presentato di buon ora all’impianto gestito dal Commissario per l’emergenza ambientale per capire i motivi per cui i mezzi di Aimeri non riescono a completare i turni, con evidenti disagi in molti quartieri della città. Abramo ha voluto verificare se la priorità a cui la città di Catanzaro ha diritto, per legge, ricadendo l’impianto sul suo territorio, viene rispettata. Gli accertamenti, svolti dalla Polizia Municipale, hanno permesso di accertare che effettivamente i mezzi di Aimeri godono della priorità.

In caso contrario, ha detto il sindaco, non avrei esitato a bloccare l’ingresso della discarica, invitando la popolazione a protestare con me”.

Ho assunto con la cittadinanza precisi impegni per migliorare la situazione ambientale e normalizzare la raccolta dei rifiuti. Non guarderò in faccia nessuno per raggiungere questo obiettivo. I problemi delle altre discariche calabresi non possono più essere scaricati esclusivamente su Alli. È arrivato il momento che ogni Provincia diventi autosufficiente in termini di smaltimento, altrimenti l’emergenza ambientale non cesserà mai”, ha aggiunto il primo cittadino che, sempre in mattinata, ha presieduto un vertice con i dirigenti del settore igiene (ing. Giovanni Ciampa, ing. Vito Cannistrà) e della polizia municipale (colonnello Amedeo Cardamone, maggiore Salvatore Tarantino).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi