Mesoraca

Urta cavo elettrico
con uno scalpello
e muore folgorato

È morto folgorato a ventiquattro anni ieri mattina. Alessandro Talarico, giovane dipendente di una ditta boschiva, è deceduto in un incidente sul lavoro.

alessandro talarico

È stato colpito da una scossa di corrente elettrica mentre pare che con uno scalpello di ferro stesse effettuando uno scavo in un pozzetto all’interno di un capannone, dove avviene la lavorazione del legname. Per cause in corso d’accertamento mentre picchiava sul cemento con punta e mazzetta, pare che la punta dello scalpello abbia intercettato i cavi della corrente elettrica. Ed è partita la scossa, fatale ed inesorabile. Fulminante.
Il tragico incidente sul lavoro è avvenuto in tarda mattinata nella periferia del paese, in località Vardaro, quasi al confine con il comune di Petilia Policastro, dentro un capannone di una grossa azienda che lavora il legname a livello industriale. Sul posto, avvisati dalle altre persone presenti al momento dell’accaduto, sono intervenuti i
sanitari del 118 del distaccamento di Campizzi. Che hanno tentato di rianimarlo. Ma il giovane era già spirato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi