Lamezia Terme

Speranza angosciato
"Ma c'è una crepa nella mafia"

Il sindaco "Sette bombe ed attentati in pochissimo tempo: la situazione che sta vivendo Lamezia è molto grave. Ma quello che sta accadendo - ha aggiunto - è anche il segno che la mafia si trova in difficoltà: ci sono persone che parlano e collaborano"

Speranza angosciato
"Ma c'è una crepa nella mafia"

Il Sindaco Speranza

"Sette bombe ed attentati in pochissimo tempo: la situazione che sta vivendo Lamezia è molto grave perché potrebbe succedere che nel mezzo di un attentato ci siano morti, feriti e ci sia il coinvolgimento di gente innocente, passanti, bambini. Questa è la mia principale angoscia". Lo sostiene in una nota il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza in relazione agli attentati compiuti nelle ultime settimane contro proprietà di familiari di collaboratori di giustizia. "Ma quello che sta accadendo - ha aggiunto - è anche il segno che la mafia si trova in difficoltà: ci sono persone che parlano e collaborano. E' la prova che si è aperta una crepa, merito della magistratura e delle forze di polizia alle quali ribadiamo la nostra gratitudine ed il nostro sostegno. Sono convinto che se si rompe l'omertà e si collabora si può dare un colpo decisivo alla 'ndrangheta. Lamezia e' la città dell'associazione antiracket e di imprenditori che hanno dato l'esempio. Seguiamoli, non lasciamoli soli. Spero che dalle vicende amare di questi giorni le mafie possano avere un altro colpo e la città possa fare un passo avanti sul piano della serenità e della convivenza civile". "Infine - ha concluso Speranza - un appello ai pochissimi giovani che si lasciano catturare dai mafiosi: non lasciatevi affascinare da facili guadagni ottenuti attraverso azioni criminali che mettono a rischio la vita degli altri e anche la vostra".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi