Prima divisione

Catanzaro, il carattere
fa la differenza

Il successo sul Barletta ha confermato le buone qualità della squadra giallorossa. L’attacco di Cozza è quasi inarrestabile, da rivedere il filtro in mezzo e la tenuta difensiva.

Cruz - Catanzaro

La vittoria innanzitutto sulla prestazione di debutto del Catanzaro nella prima divisione. Il resto un po’ discutibile, fatto eccezione di un attacco che ha confermato le aspettative e che è andato in gol anche con una delle seconde forze, ovvero l’ultimo arrivato Cruz, a conferma che la davanti la macchina è in grado di andare a pieni
regimi. Ed iniziare con un successo al primo approccio di un torneo superiore non è cosa di poco conto. È servito, infatti, per infondere fiducia nella squadra, magari
facendole capire che la categoria superiore non è come il diavolo che si è voluto dipingere. E specialmente se fosse vero quanto ha sostenuto l’allenatore Cozza, ovvero
che il Catanzaro si troverà meglio con le cosiddette grandi del girone. Vittoria, altresì, per un’analisi più tranquilla appunto sulla prima prestazione della squadra da parte dell’allenatore Cozza ed anche utile per tenere alto l’entusiasmo dell’ambiente che è sempre un buon tonico per Carboni e compagni. Vittoria anche meritata ed ottenuta per lo scatto d’orgoglio della squadra dopo aver subito il 3-3 che si è tradotto in un furente attacco alla porta del Barletta ed a capo di uno sforzo eccezionale, considerato che è stato prodotto nel finale di partita quando le energie volgevano verso l’esaurimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi