INCENDIO GUGLIELMO

"Non arrendersi
alla rassegnazione"

E' quanto afferma, in una nota, Sebastiano Caffo, presidente dei giovani imprenditori di Confindustria Calabria dopo il grave attentato alla nota azienda di torrefazione

SEBASTIANO CAFFO

Sebastiano Caffo

"A nome mio e di tutti i giovani imprenditori di Confindustria Calabria, esprimo solidarietà e vicinanza ai titolari della Caffé Guglielmo spa per il grave danno subito". E' quanto afferma, in una nota, Sebastiano Caffo, presidente dei giovani imprenditori di Confindustria Calabria. "Purtroppo il contesto in cui ci troviamo ad operare in Calabria - prosegue Caffo - somma alla prolungata crisi economica in atto, la recrudescenza di fenomeni malavitosi e criminali che rallentano la ripresa nella nostra regione e scoraggiano gli investimenti. Come imprenditori e come giovani calabresi, siamo però fermamente convinti che questo scenario non è popolato solo da ombre e che ci sono anche motivi di speranza che ci spingono a continuare a lavorare per far emergere la parte positiva della nostra terra. Per questo chiediamo ai nostri colleghi Daniele Rossi e Matteo Tubertini, di non arrendersi alla rassegnazione, e di continuare a seguire la strada tracciata dal nonno Guglielmo Papaleo, affrontando le difficoltà quotidiane con la consapevolezza che il duro lavoro di imprenditore in Calabria è anche una missione che consente di dare un futuro migliore a tante famiglie ed alla propria terra".(ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi