WINDJET

Silenzio da compagnia
trattative in corso

Secondo indiscrezioni vi sono più trattative in corso per trovare una soluzione: informazioni sarebbero state richieste da una decina di compagnie aeree, ma la 'rosa' si sarebbe ristretta a un'azienda italiana e a due grosse low cost straniere.

Silenzio da compagnia
trattative in corso

Nessuna comunicazione finora ai sindacati da parte della WindJet sulle intenzioni della compagnia aerea low cost dopo lo stop ai voli. Il presidente Nino Pulvirenti sabato scorso a margine di un incontro a Catania aveva annunciato che oggi avrebbe sollevato il velo sul futuro della low cost siciliana, che adesso si trova davanti ad un bivio: proseguire nell'attività o finire commissariati. Secondo indiscrezioni vi sono più trattative in corso per trovare una soluzione: informazioni sarebbero state richieste da una decina di compagnie aeree, ma la 'rosa' si sarebbe ristretta a un'azienda italiana e a due grosse low cost straniere. Entro venerdì prossimo la compagnia aerea dovrà trovare una soluzione o sarà applicata la legge Prodi bis. Senza più aerei, con la licenza sospesa, con l'annuncio ai 504 dipendenti dell'avvio della cassa integrazione e con un debito che si aggirerebbe intorno ai 150 milioni di euro, la compagnia aerea siciliana ha bisogno di un partner che la faccia rinascere. Intanto sono in corso a Catania incontri tra rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil etnee e dei sindacati di categoria per pianificare le azioni. Nel primo pomeriggio è in programma in aeroporto una riunione dei sindacalisti e dei lavoratori della Katane Handling, una della aziende dell'indotto.

Alitalia, Meridiana-Air Italy, Livingston e Blue Panorama continueranno a offrire voli speciali con tariffe agevolate dedicati al trasporto dei passeggeri Wind Jet fino a domenica 16 settembre. Lo comunica l'Enac al termine di una riunione con le compagnie che stanno riproteggendo i passeggeri dopo lo stop della low cost spiegando che, "in base agli elenchi dei biglietti venduti fino al 10 agosto, forniti da Wind Jet, per tutta la parte rimanente della stagione di traffico estiva (fino al 27 ottobre p.v.), l'attività di riprotezione dovrebbe coinvolgere ulteriori 133.000 passeggeri, di cui quasi 100.000 fino a metà settembre". Dal 17 settembre fino al 27 ottobre i passeggeri in possesso dei biglietti Wind Jet potranno volare sui voli del normale operativo delle varie compagnie aeree, continuando ad usufruire delle stesse tariffe speciali, utilizzando i posti disponibili nei voli verso le destinazioni originariamente previste, spiega ancora l'Enac. I voli speciali verso la Russia e l'Ucraina continueranno fino a tutto il 27 ottobre. "L'Enac raccomanda, pertanto, ai possessori di biglietti Wind Jet di contattare tempestivamente i numeri dedicati all'assistenza dei vari vettori per prenotare la riprotezione a tariffe agevolate dopo il 16 settembre". Inoltre, nel corso della riunione, "sono state richiamate e condivise tra tutti i presenti le modalità di applicazione delle tariffe agevolate, e affrontati i casi più rilevanti di difformità segnalati all'Enac dai passeggeri". L'Enac ha ribadito "la necessità di una puntuale applicazione delle procedure convenute e continuerà a fornire alle compagnie aeree i dettagli delle segnalazioni ricevute. Le compagnie si sono impegnate a contattare i passeggeri che hanno corrisposto tariffe difformi rispetto a quelle pubblicizzate, attivando le procedure di rimborso nei casi dovuti". L'attività di riprotezione dei passeggeri Wind Jet, fino alla data odierna, ha garantito voli sostitutivi per oltre 40.000 passeggeri in possesso di un biglietto della compagnia catanese. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi