CATANIA

Raddoppio ferroviario
Zurria-Acquicella
Stancanelli dice no

Il sindaco di Catania contrario all'opera se realizzata nei termini previsti. " Non vogliamo che la città venga sfregiata"

Raddoppio ferroviario
Zurria-Acquicella
Stancanelli dice no

"Faremo ogni azione per fermare un progetto di Rfi che la città non vuole perché sfregia una delle sue parti più antiche e nobili. La nostra ferma contrarietà non è ideologica, ma concreta e finalizzata all'interesse della città. Sabato pomeriggio sarò al fianco dei cittadini che protestano per bloccare uno scempio che fino a quando sarò sindaco in queste modalità almeno non verrà realizzato". Lo ha detto il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli durante la conferenza stampa di presentazione delle iniziative in programma sabato prossimo per esprimere la posizione contraria di organizzazioni e amministrazione comunale all'attuale progetto di Rfi per il raddoppio ferroviario della tratta Zurria-Acquicella nell'ambito del cosiddetto nodo Catania. "Amministrazione comunale e società civile - ha proseguito Stancanelli - sono un fronte unico nell'interesse della città per rendere compatibili la realizzazione delle opere di Rfi con il rispetto dell'ambiente storico-architettonico cittadino". "Queste posizioni - ha aggiunto - le abbiamo illustrate già nel 2009 e le abbiamo anche inserite nel Piano Regolatore Generale. I cittadini sanno che siamo concretamente accanto a loro per fermare questo piano e ho già avuto nuovi contatti con il governo nazionale perché esistono le condizioni per migliorare alcune parti di questo progetto che, così com'é attualmente, è irrealizzabile perché viola parti fondamentali del sistema storico architettonico di Catania e non tiene conto dell'impatto che avrebbe sulla vita di migliaia di cittadini". (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi