CATANIA

Zurria-Acquicella
per il raddoppio
il sindaco dice no

L'amministrazione comunale etnea guidata da Stancanelli ha una posizione contraria all'attuale progetto di Rfi. Alla base del rifiuto la compatibilità delle opere con il rispetto dell'ambiente storico-architettonico cittadino

Zurria-Acquicella
per il raddoppio
il sindaco dice no

L'amministrazione comunale etnea ha " una posizione contraria all'attuale progetto di Rfi per il raddoppio ferroviario della tratta Zurria-Acquicella nell'ambito del cosiddetto 'nodo Catania' già finanziato dal Cipe. "Nel giugno 2009 durante una visita a Catania dell'allora presidente di Rfi Innocenzo Cipollettà - spiega il sindaco Raffaele Stancanelli - suggerendo di valutare ipotesi alternative ebbi già modo di esprimere la ferma opposizione al progetto e proprio in quell'occasione chiesi e ottenni la sospensione della progettazione definitiva. Queste nostre idee progettuali, che sono quelle di rendere compatibili la realizzazione delle opere con il rispetto dell'ambiente storico-architettonico cittadino le abbiamo anche inserite nel Piano regolatore generale". "La posizione contraria del Comune - sottolinea Stancanelli - l'abbiamo espressa anche durante il convegno promosso oltre un mese addietro a palazzo Palazzo Platamone promosso su iniziativa di numerose associazioni di base: i cittadini sanno che siamo concretamente accanto a loro per fermare questo piano di cui si parla fin dagli anni '80 e che e' andato avanti nel silenzio generale. Ho già avuto contatti con il governo nazionale - conclude il sindaco di Catania - e a breve avrò nuovi incontri, in particolare con il ministro Passera, perché riteniamo che esistono le condizioni per migliorare alcune parti di questo progetto che, così com'é, per noi è irrealizzabile"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi