PESCHERECCIO SCOMPARSO

Fiaccolata
per comandante
del Fatima II

Il corteo attraverserà domani sera le principali vie del centro di Siracusa "per far luce sulla vicenda", annunciano i familiari del capobarca, Gianluca Bianca, 35 anni, del quale non si hanno notizie da quasi tre settimane, da quando sarebbe rimasto vittima di un ammutinamento ad opera di parte dell'equipaggio

Fiaccolata 
per comandante
del Fatima II

Una fiaccolata perché non cali il silenzio sulla vicenda del peschereccio 'Fatima II'. Le fiammelle attraverseranno domani sera le principali vie del centro di Siracusa "per far luce sulla vicenda", annunciano i familiari del capobarca, il siracusano Gianluca Bianca, 35 anni, del quale non si hanno notizie da quasi tre settimane, da quando sarebbe rimasto vittima di un ammutinamento ad opera di parte dell'equipaggio del suo motopesca mentre navigava tra le coste della Grecia e quelle dell'Egitto. "Per noi sarà solamente un momento per invitare tutti coloro che possono far qualcosa ad attivarsi - ha detto Anna Bianca, sorella del comandante - a chi ha già fatto chiediamo di continuare a fare e, se possibile, anche a moltiplicare gli sforzi. A chi sin qui è stato solo spettatore chiediamo di impegnarsi. Il dolore della nostra famiglia - ha concluso Anna Bianca - è anche quello di un'intera comunità che ha diritto di sapere cosa sia effettivamente accaduto. Chi sa parli, e lo faccia al più presto".

La vicenda del 'Fatima II' è rimasta sin qui avvolta in larga parte dal mistero. La Procura della Repubblica di Siracusa ha avviato un'inchiesta e sta lavorando in stretto raccordo con le autorità consolari italiane in Egitto. Il procuratore capo della Repubblica di Siracusa Ugo Rossi oltre ad aver avviato la rogatoria internazionale, che ha tempi più lunghi, ha anche chiesto l'autorizzazione per poter inviare un team di investigatori, consulenti scientifici e inquirenti a Rashid, porto egiziano a circa 65 chilometri da Alessandria d'Egitto, per poter ispezionare il motopesca 'Fatima II' che, dopo essere scomparso per una decina di giorni, è 'riapparso' sulle coste egiziane sabato 21 senza nessuno a bordo. Oltre che del comandante siracusano, mancano notizie certe di un altro marinaio tunisino, che avrebbe fatto parte del gruppo degli ammutinati che comprendeva anche due marittimi egiziani. "Sino a questo momento - ha detto il procuratore di Siracusa, Rossi - non abbiamo alcuna novità. Nulla è arrivato e la nostra richiesta di autorizzazione per recarci in Egitto attende di essere evasa". L'ultima telefonata del comandante Bianca il 12 luglio alla moglie Monica Patania, anche armatrice del motopesca, della flottiglia Portopalo di Capo Passero. A bordo, oltre ai tre marittimi nord africani che si sarebbero ammutinati, anche altri tre marittimi siracusani che sarebbero stati messi in mare su due zattere di salvataggio, poi soccorsi da un mercantile e rientrati in Italia. L'avvocato del capobarca, Franco Greco, nominato dai familiari, ha scritto una lettera al ministro degli esteri Giulio Terzi. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi