AMBIENTE

"Fermare
trivellazioni
in Sicilia"

Lo sostiene il geologo Carlo Cassaniti, esperto del Consiglio regionale delle miniere. "I nostri mari presentano purtroppo le stesse pericolosità geologiche dei territori emersi"

"Fermare 
trivellazioni
in Sicilia"

"Occorre fermare le trivellazioni attraverso la programmazione di una campagna di studi scientifici che conducano alla redazione di una mappa delle pericolosità vulcano-tettoniche del Canale di Sicilia". Lo dice Carlo Cassaniti, vicepresidente dei geologi siciliani ed esperto del Consiglio regionale delle miniere, l'ente competente per il rilascio di permessi di ricerca in territorio emerso. "I nostri mari presentano purtroppo le stesse pericolosità geologiche dei territori emersi - ha spiegato Cassaniti -: in particolare nel Canale di Sicilia sono presenti numerose ed importanti strutture geologiche che nel complesso definiscono il Blocco pelagiano. Allo stesso modo non è da sottovalutare la presenza di vulcani sottomarini come ad esempio Empedoclesituato a circa 40 km al largo di Capo Bianco in Sicilia". Cassaniti conclude sottolineando la necessità di una più approfondita "conoscenza di queste aree a rischio che potrà consentire, in futuro, di vietare o limitare le attività di ricerca a scopo estrattivo nei nostri mari. Così sarà possibile garantire la sicurezza dei territori e delle popolazioni che si affacciano in una delle più belle aree marine del Mediterraneo".(ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi