Siracusa

Mafia: arrestato un esponente del clan Trigila, aveva armi e droga

Il quarantenne, fermato durante un controllo su strada dagli agenti di polizia, in un borsello oltre alla chiave del garage aveva anche 2.555 euro in contanti.

polizia

Gli agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno arrestato a Noto Giuseppe Crispino, 40 anni.
L'uomo, ritenuto dagli investigatori vicino al clan mafioso Trigila, è accusato di detenzione ai fini di spaccio di droga e detenzione di armi clandestine. Gli uomini della Mobile, guidati dal dirigente Rosalba Stramandino, hanno trovato nel corso di una perquisizione in un garage di via Milani a Noto 640 grammi di cocaina e 4 pistole, una calibro 7,65, una 9X21, utilizzata per una rapina a Caserta nel 2014, e due revolver. All'interno del garage, oltre alla droga ancora in pietre e del valore commerciale di oltre 100 mila euro, sono stati trovate anche 149 cartucce calbiro 38 e 7.65, alcuni bossoli esplosi, una cartuccia calibro 9, materiale necessario al confezionamento della droga e una maschera di carnevale. Il quarantenne, fermato durante un controllo su strada dagli agenti di polizia, in un borsello oltre alla chiave del garage aveva anche 2.555 euro in contanti. Nello stesso posto in cui si trova il garage l'uomo avrebbe anche nella sua disponibilità altri appartamenti sui quali sono in corso degli approfondimenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Tragedia in autostrada, due vittime

Tragedia in autostrada, due vittime

di Emanuele Cammaroto - Pasquale Prestia