Ragusa

Incendia un'auto, arrestato

La Polizia ha bloccato un 45enne pochi minuti dopo aver dato alle fiamme un'auto in sosta a Ibla. È stato condotto in carcere. I vigili del fuoco hanno scongiurato che il rogo si estendesse alle altre macchine e agli immobili

Tenta di fare esplodere bombola davanti alla Questura, arrestato

Ragusa - La collaborazione dei cittadini si è rivelata ancora una volta fondamentale per venire a capo di un grave episodio di delinquenza. Una telefonata al numero unico europeo 112 ha consentito all'equipaggio di una volante della Questura di arrivare a Ibla in tempo per bloccare il presunto autore dell'incendio di un'auto, parcheggiata a Ibla. Si tratta del 45enne Luca Occhipinti.

L'uomo, bloccato dagli agenti, è stato trasferito in Questura e da qui condotto nel carcere di via Di Vittorio, come disposto dal sostituto procuratore Andrea Sodano. È accusato di incendio aggravato.

La tempestività dell'intervento ha consentito anche di evitare danni ancora maggiori. I vigili del fuoco, infatti, hanno sconfitto che il rogo si propagasse alle macchine parcheggiate accanto a quella presa di mira e anche alle abitazioni private circostanti. La Questura sottolinea ancora una volta l'importanza della piena collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine. Quando questa c'è, è possibile venire subito a capo di gravi episodi come quello accaduto a Ragusa Ibla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Natalina tornava dal lavoro

Natalina tornava dal lavoro

di Salvatore De Maria