Scicli

Rubarono i computer di una scuola, un arresto e tre denunce

Dopo un mese di indagini, condotte anche attraverso le immagini della videosorveglianza, i carabinieri hanno individuato gli autori del furto alla scuola "Vittorini". Un tunisino è stato arrestato; gli altri tre, tutti minorenni, sono stati segnalati alla Procura dei minori. Recuperata parte della refurtiva

Rubarono i computer di una scuola, un arresto e tre denunce

Scicli - C'è voluto poco più di un mese, ma alla fine i carabinieri sono venuti a capo del furto ai danni della scuola "Vittorini". Fondamentali sono state le riprese della videosorveglianza, che hanno consentito ai militari di avere un quadro esatto della situazione e di comprendere chi fossero i quattro autori del colpo. Le risultanze dell'indagine sono state consegnate alla Procura, che ha richiesto l'ordinanza di custodia cautelare ai danni dell'unico maggiorenne del gruppo: Ghabab Neder, 23 anni, tunisino d'origine, ma residente a Scicli. È accusato di furto aggravato. Per gli altri tre, tutti minorenni, è invece partita la denuncia, con la medesima accusa, alla Procura dei minori di Catania.

I fatti risalgono al dicembre scorso. Durante la chiusura per le vacanze di Natale, ignoti hanno portato via dalla scuola 35 notebook, un televisore lcd e 17 tablet per un valore complessivo di oltre 25 mila euro. Nel corso di due notti, quattro giovanissimi ladri si sono introdotti nella scuola, forzando una porta d’ingresso, razziando gli strumenti tecnologici.

I militari hanno analizzato attentamente un’enorme mole di sistemi di videosorveglianza privati e queste immagini hanno permesso di comprendere chi fossero i quattro soggetti coinvolti nel raid furtivo.Da qui l'arresto di ieri e le tre denunce. Parte della refurtiva è stata recuperata dai carabinieri. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Troppi abusivi sulla riviera

Troppi abusivi sulla riviera

di Francesco Triolo