Catania

Picchia poliziotto e metronotte in ospedale, arrestato

In manette un 42enne che già ieri sera era stato identificato nella sede della squadra mobile

Calabria, concorso per 300 infermieri?

E' stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale Alessandro Candela, il 42enne che ieri sera era stato identificato nella sede della squadra mobile di Catania poche ore dopo che aveva colpito con calci e pugni un poliziotto e una guardia giurata in servizio nel pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele.

L'uomo, sottoposto in passato alla misura dell'avviso orale, aveva accompagnato una familiare e, a causa della lunga attesa per accedere alle cure dei medici, aveva iniziato a inveire contro il personale medico che, per evitare che la situazione potesse degenerare, ha immediatamente richiamato l'agente del posto di Polizia, che è intervenuto con l'ausilio di una guardia giurata. Secondo l'accusa, Candela li ha aggrediti entrambi per poi fuggire a bordo di un ciclomotore, nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Ma la notizia dell'aggressione, comunicata alla Sala operativa della Questura, è stata immediatamente diramata alle pattuglie delle Volanti, della Squadra Mobile e del Commissariato Centrale: Candela è stato rintracciato in poco tempo e una volta giunto negli uffici della Squadra Mobile è stato arrestato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi