Ragusa

Mezza provincia finisce sott'acqua

La pioggia, caduta copiosa per 48 ore, ha messo in ginocchio la viabilità e allagato case e scantinati. Chiusa al traffico per ore la Ragusa-Marina di Ragusa e la Ragusa-Santa Croce Camerina. Bloccate le bretelle laterali di viale delle Americhe. Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco

Mezza provincia finisce sott'acqua

Ragusa – Quarantotto ore di pioggia battente e le strade sono diventate tutte fiumi in piena. La provincia di Ragusa è finita sott’acqua con i vigili del fuoco impegnati senza soste per portare soccorso agli automobilisti rimasti in panne e cominciare a svuotare i locali che, in pochissimo tempo, si sono allagati. Tutte le squadre disponibili del comando provinciale, dei distaccamenti di Modica e Vittoria sono state dislocate sulle strade per cominciare a dare risposte alle centinaia di richieste arrivate alla sala operativa.

L’intensa pioggia ha causato l’allagamento di strade, case e scantinati nel tratto compreso tra Cava D’Aliga e Scoglitti. In pratica tutta la fascia costiera è stata coinvolta, ma anche i centri cittadini si sono allagati. Chiusa al traffico, per alcune ore, anche la provinciale che collega Ragusa a Marina di Ragusa in prossimità della rotatoria di contrada Gatto Corvino ed il traffico deviato verso contrada Nave. A rendere difficoltosa la viabilità, la grande quantità di acqua ma anche i tanti detriti portati dall’acqua e che si sono accumulati proprio all’altezza della rotatoria.

Nel capoluogo grossi problemi, come avviene sempre in occasione di piogge insistenti, sulle bretelle laterali di viale delle Americhe: entrambe sono state chiuse al traffico per diverse ore. La situazione è migliorata nel pomeriggio, quando le due bretelle sono state riaperte al traffico.

Danni anche nella zona di Santa Croce Camerina. Allagata la strada che collega Casuzze a Punta Secca, mentre nella cittadina è venuto giù il muro di un’abitazione privata.

I vigili del fuoco hanno allertato la Prefettura e i comuni direttamente interessati perché attivassero i piani comunali per fronteggiare l’emergenza.

Il Comune di Ragusa ha aperto il presidio della Protezione civile, i cui uomini, coordinati dal dirigente Marcello Di Martino, si sono subito attivati per intervenire nelle varie zone della città dove la situazione era estremamente delicate.

Tra le strade, interrotta anche la Ragusa-Santa Croce Camerina all'altezza di contrada Magazzè in quanto la pioggia in più punti ha divelto il manto stradale, rendendo impercorribile l'arteria.

La pioggia, nel primo pomeriggio, ha smesso di venire giù, consentendo a vigili del fuoco e personale della Protezione civile di continuare l’attività di soccorso alle persone.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi