catania

Evasione fiscale, sequestrati beni per 7 milioni di euro

Tra i destinatari della misura cautelare reale figurano gli amministratori di imprese che gestivano un supermercato a marchio Eurospin

Guardia di Finanza

Su richiesta della Procura di Catania, in esecuzione di un decreto emesso dal Tribunale etneo, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno sottoposto a sequestro conti correnti e beni immobili, per un controvalore di circa 7 milioni di Euro, di proprietà di nove indagati per utilizzo ed emissione di fatture "false" che hanno consentito di realizzare un'evasione fiscale.

Tra i destinatari della misura cautelare reale figurano Barbara Prezzavento 53 anni e Consolato Pellegrino 63 anni nella loro qualità di amministratori di imprese che gestivano un supermercato a marchio Eurospin, destinatari di un provvedimento di sequestro di oltre due milioni di euro pari alle imposte evase.

Stefano Compagnini 65 anni, ex dipendente del Comune di Catania, è accusato di essere il reale amministratore di una serie di imprese intestate a prestanomi quali Carmelo Scariolo 67 anni e Maria Grazia Giuseppina Barbagallo 63 anni e Concetto Tasco 28 anni i quali sono accusati di avere emesso le fatture per operazioni inesistenti per servizi di pulizia e disinfestazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi