Scicli

Coltivava marijuana e poi la vendeva

I carabinieri hanno arrestato un incensurato di 23 anni. Al momento del fermo aveva otto grammi di droga divisi in dosi. La perquisizione in casa ha consentito di scoprire una serra artigianale in una stanza e altri novanta grammi di marijuana nascosti nella camera da letto. Ammesso ai domiciliari

Coltivava marijuana e poi la vendeva

Scicli - Il comportamento tenuto quando, in auto, ha incrociato il mezzo di servizio dei carabinieri l'ha messo nei guai. I carabinieri hanno subito notato il comportamento sospetto e l'hanno bloccato. La perquisizione ha "chiarito" le ragioni dell'atteggiamento: aveva otto grammi di marijuana suddivisi in dosi, pronti per essere immessi sul mercato.

Per N.G., 23 anni, sciclitano, sono scattate le manette per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Ma per lui il peggio doveva ancora arrivare. I militari, infatti, hanno effettuato una perquisizione nella sua abitazione, dove le sorprese sono state una dietro l'altra. Nella stanza da letto del giovane hanno trovato altri novanta grammi di marijuana e il materiale per il taglio e la preparazione delle dosi; un'altra stanza, invece, era stata trasformata in serra artigianale e vi si coltivavano tre piante di marijuana. Le piante, che venivano innaffiate grazie ad un sistema di irrigazione e rese floride da uno specifico sistema di illuminazione, erano alte già circa un metro e mezzo.

Il ragazzo sciclitano è stato, quindi, riportato nella propria abitazione. La Procura, infatti, ha concesso al 23enne gli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi