Pozzallo

Arrestati presunti scafisti

La task force delle force dell'ordine hanno in stato di fermo due ghanesi di 18 e 23 anni. Sarebbero stati loro a condurre i gommoni con centinaia di migranti a bordo. In porto sono arrivati 389 persone. In manette anche una donna nigeriana, già entrata in Italia nel 2008, ma che era stata espulsa dal prefetto di Brescia

Arrestati presunti scafisti

Pozzallo - L'ennesimo sbarco si conclude con l'arresto dei presunti scafisti. E' ormai quasi un fatto assodato. Il personale della task force interforze riesce praticamente sempre a smascherare gli scafisti anche grazie all'aiuto dei migranti. Stavolta, il fermo è scattato per due giovani del Ghana di 18 e 23 anni, Sulaiman Salif e Ukpan Emmanuel. Sono accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

In totale sono stati 389 i migranti che sono stati accolti sulla banchina del porto di Pozzallo, dove sono stati trasferiti dalla nave "Golfo Azzurro". Alcuni di loro, sedici in tutto (tredici le donne in gravidanza), hanno avuto bisogno di cure in ospedale.

Nel corso dei successivi controlli all'interno dell'hotspot pozzallese, gli agenti hanno anche arrestato una donna nigeriana, che è risultata essere già sbarcata a Lampedusa nel 2008, ma che era stata espulsa dall'Italia a seguito di un provvedimento del Prefetto di Brescia del 2013, poiché ha fatto ingresso sul territorio nazionale in violazione delle leggi vigenti.

Con l'arresto di questi due presunti scafisti, sale a 49 il numero degli arrestati nel 2017. Lo scorso anno sono stati arrestati 200 scafisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi