siracusa

Si pente boss del clan Bottaro-Attanasio

Luigi Cavarra trasferito con familiari in località segreta

Mercato ittico, multe per carenze igieniche

A distanza di un mese dall'ultima operazione antimafia nella quale era stato arrestato, quello che è considerato il reggente del clan siracusano Bottaro-Attanasio, Luigi Cavarra, 42 anni, si è pentito. L'uomo avrebbe comunicato la decisione ai magistrati della Procura distrettuale antimafia mentre si trovava ricoverato nell'ospedale Cannizzaro di Catania per un problema di salute. Immediato il trasferimento in una località segreta insieme alla sua famiglia. Solo una settimana fa, Cavarra era stato condannato, in primo grado, a sei anni di reclusione per il possesso di circa 3 chili di cocaina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Tragedia in autostrada, due vittime

Tragedia in autostrada, due vittime

di Emanuele Cammaroto - Pasquale Prestia