PACHINO

Estorsione e rapina, due arresti

Ad eseguirli gli agenti del commissariato di Pachino

Gli agenti del commissariato di Pachino hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due soggetti accusati a vario titolo di estorsione, rapina e danneggiamento a mezzo incendio. A uno dei due sono già state contestate altre rapine a sud della provincia di Siracusa. L'incendio sarebbe stato appiccato nell'abitazione di una persona per intimidirla e farla andare via.

Massimo Vizzini, 44 anni, e Francesco Rizza, 26, sono i due uomini destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Siracusa con l'accusa di estorsione, rapina e danneggiamento a mezzo incendio. Due soggetti che la polizia a Pachino controllava da tempo. Sono accusati di aver incendiato la casa della compagna di un detenuto per costringerla a venderla. Il rogo è stato appiccato il 12 novembre scorso. Le intercettazioni in carcere durante il colloquio tra la donna ed il suo compagno detenuto hanno permesso di risalire ai due che avrebbero avuto contrasti economici con la vittima. La polizia ha incastrato Massimo Vizzini per la rapina commessa il 4 febbraio scorso da un commando composto quattro persone ai danni di un supermercato di Pachino. Diversi impianti di video sorveglianza lo hanno ripreso a bordo della sua macchina dopo il colpo all'attività commerciale. Gli era già stata contestata una rapina ad una tabaccheria del novembre scorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi