Vittoria

Lavoravano nelle serre ma erano assunti per altro

Nel corso dei controlli amministrativi al mercato ortofrutticolo, gli agenti della squadra mobile di Ragusa e del commissariato di Vittoria hanno scoperto che un agricoltore albanese violava le norme sul lavoro. Inflitta una pesantissima mula

Lavoravano nelle serre ma erano assunti per altro

Vittoria - Una pesante multa (circa 45mila euro) è stata comminata ad un agricoltore albanese perché nella sua azienda agricola sono stati scoperti numerosi illeciti amministrativi. In particolare, oltre alla mancanza di alcune licenze, l'albanese impiegava i lavoratori come braccianti agricoli quando invece questi avrebbero dovuto occuparsi della lavorazione dei prodotti per la commercializzazione.

Tutto è cominciato con un controllo amministrativo, condotto dagli agenti della squadra mobile e del commissariato di Vittoria con l'appoggio di personale della Forestale, dell'Ispettorato antifrode della Regione e dell'Ispettorato del lavoro. E' stato effettuato un accurato in un’azienda che commercializza prodotti ortofrutticoli di Vittoria con l'obiettivo di verificare la tracciabilità dei prodotti, la titolarità delle licenze e la regolarità delle assunzioni dei lavoratori.

Il controllo all’azienda di commercializzazione si è concluso con una multa di circa seimila euro perché due dipendenti non erano mai stati assunti. Il titolare esibiva agli operatori di Polizia la documentazione attestante la tracciabilità dei prodotti. Per effettuare una verifica, venivano sottoposte a controllo le serre del titolare che aveva prodotto la certificazione dei prodotti.

I prodotti ortofrutticoli erano effettivamente provenienti dalle serre di un albanese, ma all’interno dell’azienda agricola sono stati riscontrati numerosi illeciti per circa 45.000 euro di sanzioni. Oltre all’assenza di alcune licenze, il titolare aveva impiegato i lavoratori come braccianti agricoli invece che per la lavorazione dei prodotti, come previsto dalla documentazione riguardante la loro assunzione. L’elusione di talune regole permette agli imprenditori agricoli di beneficiare di agevolazioni destinate all’agricoltura.

L’ufficio del lavoro ha accertato che tali violazioni venivano perpetrate da sei mesi e per ben 32 lavoratori. Di conseguenza le sanzioni comminate sono state molto elevate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi