Santa Croce Camerina

Non rispetta i domiciliari, condotto in carcere

Un tunisino di 27 anni non è stato quasi mai trovato nella sua abitazione. La Procura di Catania ne ha disposto l'arresto per evasione

Non rispetta i domiciliari, condotto in carcere

Santa Croce Camerina - Nelle ultime due settimane le volte che era stato trovato in casa si potevano contare sulle dita di una mano. Un atteggiamento che ha finito con il costare assai caro a un tunisino di 27 anni. I carabinieri, dopo le ripetute segnalazioni dell'evasione, hanno ottenuto dalla Corte d'Appello di Catania l'ordinanza di arresto per l'immigrato: è stato adesso trasferito nel carcere di Ragusa. Nel provvedimento restrittivo si contesta il reato di evasione.

F.M., tunisino residente a Santa Croce Camerina, era finito nei guai nello scorso mese di marzo. Era stat arrestato per furto in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. È stato subito ammesso agli arresti in casa. Ma, probabilmente non aveva ben capito il significato delle parole “arresti domiciliari” o, molto più prosaicamente, ha provato a fare il furbo. E così la detenzione domiciliare si è trasformata in detenzione in carcere. Ma non solo: al suo "curriculum" ha adesso aggiunto anche il reato di evasione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi