Chiaramonte Gulfi

Sicurezza sconosciuta nel cantiere

I carabinieri hanno denunciato i titolari di due imprese edili che stavano costruendo un complesso residenziale. Gli operai erano esposti al rischio di folgorazione e precipitazione in quanto l’area era sprovvista di attrezzature elettriche a norma e parte dei ponteggi non aveva parapetti

Sicurezza sconosciuta nel cantiere

Chiaramonte Gulfi - I sistemi di sicurezza e la normativa antinfortunistica nei cantieri erano disattesi. E per tale motivo, i carabinieri, di concerto con i colleghi del nucleo che opera all'interno dell'Ispettorato del lavoro di Ragusa, hanno bloccato un cantiere edile per la realizzazione di un complesso residenziale privato nel comune montano.

I militari hanno accertato alcune violazioni della normativa relativa alla sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché ulteriori violazioni sulla normativa antinfortunistica a tutela dei lavoratori. In particolare, nel corso dell’ispezione è stato accertato che gli operai impegnati nell’attività di realizzazione dei manufatti erano costantemente esposti al rischio di folgorazione e precipitazione in quanto l’area di cantiere era sprovvista di attrezzature elettriche a norma e parte dei ponteggi mancanti di parapetti e “linee vita” di ancoraggio.

A seguito del controllo, sono stati denunciati i titolari di due imprese edili impegnate nei lavori, entrambi di Chiaramonte, un 25enne e un 21enne. Inoltre, sono state contestate complessivamente sanzioni per 15 mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi